Chat e telefonate

Inviamo molti messaggi e qualche volta ancora facciamo qualche telefonata. Proviamo a farlo nel modo più sicuro possibile. Qui parliamo di come comunicare senza che nessuno ascolti o legga i tuoi messaggi

Crittografia end-to-end

La comunicazione è diventata molto più sicura da aprile 2016, quando WhatsApp ha introdotto la crittografia end-to-end. Ciò garantisce che solo il mittente e il destinatario possano leggere i messaggi inviati tra loro. Se qualcuno dovesse intercettare i messaggi cifrati end-to-end, tutto quello che vedrebbero sarebbe senza senso.

Puoi confrontarlo con l’invio di una cartolina. Scrivi qualcosa sul retro e metti un francobollo. Con la normale crittografia, il postino (nel caso di WhatsApp) può leggere ciò che hai scritto sulla cartolina. Con i messaggi inviati attraverso la crittografia end-to-end, in pratica stai mettendo la cartolina in una busta sigillata. In questo modo, solo il destinatario può leggere ciò che è sulla cartolina.

La crittografia end-to-end non funziona solo con l’invio di messaggi. Funziona anche con l’invio e la ricezione di immagini, video, documenti e informazioni sulla posizione. Puoi anche proteggere le telefonate e le videochiamate con la crittografia end-to-end.

WhatsApp e Facebook

WhatsApp è di proprietà di Facebook; una società che fa i suoi soldi raccogliendo quante più informazioni possibili sui suoi utenti. A causa della crittografia end-to-end, Facebook non sa che tipo di messaggi o immagini stai inviando. Ma può monitorare con chi stai comunicando. Questo tipo di informazioni è noto come metadata.

Alternative a WhatsApp

La scelta dell’app per chattare è molto personale. Alcune persone apprezzano la facilità d’uso, mentre altre preferiscono le app che si concentrano maggiormente sulla protezione della loro privacy. Queste sono cinque alternative a WhatsApp.

  • Signal:Signal è l’app di chat più sicura e più intuitiva. Proprio come con WhatsApp, l’app può essere utilizzata su un computer ed è possibile farle cancellare automaticamente i messaggi dopo un determinato periodo di tempo (da pochi secondi dopo essere stati inviati a una settimana). Signal non salva quasi nessuna informazione sui suoi utenti. L’app non sembra molto bella, tuttavia, e ha meno funzioni rispetto ai suoi concorrenti.
  • Telegram: Telegram non è una scelta sicura, perché salva i messaggi nel cloud. Ad alcune persone piace questo, perché se cambi telefono puoi iniziare a chattare esattamente da dove eri rimasto. Tuttavia, è molto rischioso salvare tutti i messaggi, le immagini e i video nel cloud. Si prega di essere consapevoli di questo se si utilizza Telegram. Il motivo per cui le persone scelgono di usare Telegram è perché è una delle applicazioni di chat più user-friendly in circolazione.
  • iMessage:L’app per chat di Apple funziona solo con iPhone e iPad. I messaggi sono crittografati con crittografia end-to-end e puoi anche utilizzare MacBook o iMac per inviare e ricevere messaggi. iMessage supporta anche molte altre app, permettendoti di ordinare facilmente un Uber o condividere un percorso di navigazione, ad esempio. Nota che Apple salva i metadati fino a un mese.
  • Threema: L’app svizzera Threema è una delle preferite dei giornalisti, perché si deve condividere solo un nome utente per comunicare. I giornalisti non devono fornire il proprio numero di telefono per utilizzare Threema. L’app ha un design elegante e molte funzionalità. C’è uno svantaggio: Threema costa 3 dollari. Di conseguenza, non ha tanti utenti quanti ne hanno le app gratuite.
  • Wickr Me:Wickr Me è paragonabile a Threema: non è necessario un numero di telefono o un indirizzo e-mail per creare un account. Puoi impostare i messaggi da rimuovere automaticamente dopo un determinato periodo di tempo, utilizzare l’app su più dispositivi e creare gruppi. Contrariamente a Threema, Wickr Me è gratuito.
  • Wire: La svizzera Wire ha raccolto molti fan in un breve periodo di tempo, il che non è strano, date le sue caratteristiche e il suo design. L’app basa il suo metodo di crittografia su Signal e combina un design elegante con la flessibilità di Telegram. Ciò significa che puoi chattare dal tuo smartphone, computer e tramite il tuo browser internet. Le videochiamate, la condivisione di file e l’invio di gif sono tutti protetti dalla crittografia end-to-end

*Ringraziamenti

Questo manuale è stato creato da sei hacker professionisti: Maarten van Dantzig,Rik van Duijn, Melvin Lammerts,Loran KloezeSanne Maasakkers e Sijmen Ruwhof. Le illustrazioni sono state realizzate da Laura Kölker. Il copy editor è  Marcel Vroegrijk. La versione originale olandese di Watch Your Hack è stata tradotta in inglese da Kevin Shuttleworth e, ancora una volta, pubblicata da Marcel Vroegrijk. La versione originale è consultabile al sito: https://watchyourhack.com/

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 1 Gli Hacker

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 2 Le Basi

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 3 Le Password

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 4 Autenticazione a due fattori

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 5 Il backup

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 6 Il Phishing

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 7 Il WiFi Pubblico

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 8/9 Cosa sono le VPN?

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 10 I Computer

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 11 I Browser e alcuni consigli

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 12 Il Router

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 13 I consigli dell’esperto

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 14 Introduzione a Telefoni e Tablet

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 15 App e Codici di sicurezza

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 16 Il WiFi, Bluetooth e il Backup del dispositivo mobile

Awareness sotto l’ombrellone – Parte 17 Tutto sui Social Media

Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
LinkedIn
YOUTUBE
YOUTUBE