La società tecnologica postale americana Pitney Bowes e il colosso dei media francese Groupe M6 sono rimaste vittime di un attacco ransomware che ha crittografato serie di dati e interrotto l’accesso dei clienti ad alcuni dei servizi.

L’attacco a Pitney Bowes è avvenuto il 14 ottobre e la società ha comunicato di non aver riscontrato prove di accesso improprio ai dati dei clienti o dei dipendenti. L’azienda ha inoltre informato che l’utilizzo dei sistemi è considerato sicuro e che non vi sarebbero rischi per gli utenti, ma soltanto l’impossibilità di
utilizzare alcuni servizi. Qui l’ elenco completo dei sistemi colpiti: FAQ Pitney Bowes
“Il nostro team tecnico sta lavorando per ripristinare i sistemi interessati e sta lavorando a stretto contatto con consulenti di terze parti per affrontare la questione. Stiamo prendendo in considerazione tutte le opzioni per accelerare questo processo e apprezziamo la pazienza dei nostri clienti mentre lavoriamo per una soluzione”.

Nell’aggiornamento del 15 ottobre la Pitney Bowes ha informato che un’interruzione significativa del
sistema sta influenzando alcuni specifici prodotti, i SendPro, e che attualmente stanno lavorando per risolvere il problema il più rapidamente possibile.

Il gigante dei media francese Groupe M6 ha dichiarato durante il fine settimana di essere stato colpito da
un cyber-attacco, successivamente segnalato come ransomware che ha crittografato i dati sui computer
rendendoli inaccessibili. Secondo i rapporti locali, i server di posta elettronica e le linee telefoniche dell’azienda sono inattivi a causa dell’attacco, benché una risposta rapida da parte del suo dipartimento IT sia riuscita a garantire la trasmissione dei canali TV e radio.

Fonte:
https://maintenance.pb.com/pbcom/maintenance.html
https://maintenance.pb.com/pbcom/outage-uk.html
https://twitter.com/M6Groupe/status/1183452410137714688

Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
LinkedIn
YOUTUBE
YOUTUBE