Dall’inglese to host, ospitare, un servizio di hosting ospita file e database all’interno di server sempre connessi a internet.

L’hosting si può definire in sintesi come uno spazio sul web, o più semplicemente, quel posto nella rete che ospita un sito. Oggi i servizi di hosting sono così richiesti proprio perché molti di noi hanno la necessità di avere un proprio “posto” nella rete.
Ed a seconda delle esigenze più o meno complesse, è possibile scegliere il servizio più idoneo al proprio scopo. Ecco perché è indispensabile avere ben chiaro cosa si intende realizzare: le necessità di un sito e-commerce saranno diverse da quelle di un blog, perciò saranno differenti anche gli aspetti da valutare.

I servizi di hosting sono forniti dai web host, ovvero da aziende che mettono a disposizione i propri server (sia macchine che sistemi) per l’utilizzo da parte di singoli utenti o altre aziende.
Una volta stabilito con chiarezza che tipo di sito realizzare, e il livello di traffico che si intende raggiungere, quindi la banda necessaria, sarà possibile procedere alla scelta della tipologia di servizio.

Hosting gratuito

  • Vantaggi: Per chi è alle prime armi è sicuramente vantaggioso poter utilizzare un hosting gratuito per creare un sito. Grazie ad un tool personalizzato e preconfigurato è possibile partire da zero in modo facile e veloce, ed è la strada più utile per fare esperienza.
  • Svantaggi: lo spazio offerto gratuitamente mancherà senz’altro di opzioni e funzionalità professionali. Il servizio gratuito, per esempio, vincola all’utilizzo di un sottodominio. Nella maggior parte dei casi non è possibile attivare circuiti pubblicitari. Ed inoltre, lo spazio di archiviazione è limitato, il ché costringe a volumi di traffico bassi.

Hosting a pagamento

  • Vantaggi: spazio e banda su misura. L’hosting a pagamento fornisce un dominio personalizzato di primo livello, e la possibilità di avere dei propri sottodomini. Tool professionali.
  • Svantaggi: costi.

Tra i servizi di hosting a pagamento utilizzati più frequentemente, troviamo:

  • Hosting Condiviso: è la soluzione più comune, forse anche perché è la più economica. Si dice condiviso, perché altri utenti risiedono sullo stesso server. Pertanto, i siti web ospitati condividono tutte le risorse del server come memoria, potenza di elaborazione e spazio su disco. Infatti, nel caso di picchi di traffico sui siti con cui si condivide lo spazio, potrebbe verificarsi un rallentamento del proprio sito. Resta comunque l’opzione consigliata per la maggior parte delle piccole aziende e dei blog.
  • Hosting Virtuale: VPS sta per Virtuale Private Server, è sempre un server condiviso con altri utenti ma diviso in macchine virtuali, che fungono da server dedicati indipendenti. In pratica il provider riserva al cliente uno spazio separato, le cui caratteristiche sono una quantità riservata di potenza e di memoria di elaborazione, grazie alle quali i picchi di traffico sui siti web ospitati non influenzano le prestazioni degli altri. Inoltre, è possibile personalizzare le caratteristiche del proprio spazio. Questa tipologia può essere adatta ai siti web in rapida crescita, visti anche i costi più alti rispetto all’Hosting Condiviso e le maggiori conoscenze tecniche richieste.
  • Hosting Dedicato: è un server fisico dedicato esclusivamente al proprio sito ed offre il massimo delle risorse e della sicurezza del server (migrazioni e backup automatici, indirizzi IP dedicati e scelta del sistema operativo), a costi maggiori: più flessibilità nella configurazione ed estrema affidabilità. L’Hosting Dedicato è adatto ai siti che richiedono grandi prestazioni, a chi ha bisogno di utilizzare un intero server per alimentare il proprio sito web o le proprie applicazioni.
  • Cloud Hosting: è una rete di server (cloud) che lavora insieme per ospitare un gruppo di siti web. Questa modalità offre una capacità illimitata di gestire traffico elevato o picchi di traffico. La particolarità dell’hosting in cloud è che si tratta di un servizio a consumo: si paga, cioè, soltanto quanto effettivamente sfruttato, acquistando delle quote di servizio che poi vengono scalate in base all’uso. I servizi offerti sono sempre banda, CPU, spazio su disco ed altre risorse.

Quanto pesa l’effetto pandemia

La pandemia COVID-19 ha comportato un aumento degli acquisti online e quindi una maggiore richiesta dei servizi di web hosting il cui mercato sta crescendo rapidamente. Secondo uno studio di Market Research Future (https://www.marketresearchfuture.com/reports/web-hosting-services-market-2750), raggiungerà circa 154 miliardi di dollari entro la fine del periodo di previsione.

https://marketersmedia.com/global-web-hosting-services-market-growing-rapidly-over-16-of-cagr-during-2017-to-2022/200030

Inoltre, un uso sempre più pervasivo del mobile sta imponendo una richiesta di prestazioni sempre più elevate dei siti web. Al tempo stesso però le prestazioni non solo l’unico aspetto da tenere in considerazione quando dobbiamo scegliere un servizio di web hosting.

Non esiste infatti in assoluto il servizio perfetto per te. Il servizio perfetto per te sarà quello in grado di rispondere alle tue specifiche necessità, al proprio progetto (es. e-commerce, un sito istituzionale, una rivista online, un social network), ai suoi requisiti e alla sua evoluzione nel tempo. Dovrai porti molte domande per capire di cosa hai realmente bisogno.

Ad esempio, per quanto al massimo il sito può essere inattivo per evitare ripercussioni significative sul mio business? Che tipologia di traffico dovrò gestire? Di quanta banda avrò necessità? È prevista una forte crescita di utenti nel breve e medio tempo? È prevista l’aggiunta di funzionalità nelle fasi successive? Di quanto spazio ho bisogno? E ancora, ho bisogno di strumenti di sviluppo? Quante competenze tecniche ho, in caso di malfunzionamenti sono in grado di gestire da solo la situazione? Mi serve anche un dominio e di caselle e-mail?

In base a quelle che sono le tue necessità dovrai orientarti verso una tipologia di hosting o fornitore. Con certezza possiamo dire che alcuni aspetti come la disponibilità, la scalabilità, la velocità di connessione, lo spazio a disposizione, gli strumenti di sviluppo, il supporto tecnico, la facilità di gestione, il costo e la sicurezza informatica sono tra i più importanti.

La funzione cruciale della sicurezza informatica

La sicurezza informatica, in particolar modo, è un tema spesso sottovalutato che ricopre invece un ruolo fondamentale.
Le minacce di attacchi informatici e violazioni dei dati sempre più frequenti così come errori legati al fattore umano richiedono di porre molta attenzione anche sugli aspetti di sicurezza informatica.

Ma quali sono gli aspetti di sicurezza che devono essere considerati nella scelta di un servizio di web hosting? Di seguito ne sono riportati i principali:

  • Disponibilità
  • Ridondanza
  • Cifratura
  • Scalabilità
  • Supporto 24/7
  • Pannello di controllo facile ed intuitivo
  • Backup
  • Servizi di protezione avanzata
  • Servizi per la gestione delle vulnerabilità
  • Monitoraggio della reputation

Disponibilità

La disponibilità del servizio di hosting viene solitamente misurata in termini di “uptime” ovvero il tempo in cui il servizio è disponibile su base annuale, mensile e/o settimanale. Si parla invece di “downtime” riferendosi al tempo in cui il servizio di hosting non è disponibile e quindi non raggiungibile. Ma come scegliere questo parametro? Le condizioni di uptime possono essere considerate buone se superiori al 99,4% ma ottimali dal 99,8%. Avere un elevato valore di uptime garantito è di fondamentale importanza. L’indisponibilità del servizio di hosting può causare ingenti perdite in termini di revenue dirette oltre che di immagine e affidabilità rispetto la propria utenza.

Ridondanza

Per ridondanza si intende l’esistenza di più strumenti dedicati ad una specifica funzione per garantire prestazioni elevate, massima sicurezza e soprattutto continuità di servizio. Scegliere un servizio ridondato nell’hardware, nelle connessioni o da un punto di vista geografico significa ridurre al minimo il tempo per il quale un sito può risultare offline. In caso di problemi con una componente di un server, con il guasto di un disco o la perdita di connettività del provider, la ridondanza garantisce la continuità del servizio.

Cifratura

L’utilizzo della cifratura è ormai imprescindibile dai servizi di web hosting. Un sito che si rispetti con connessione sicura ha attivato un proprio certificato SSL per garantire comunicazioni cifrate e l’utilizzo del protocollo HTTPS in cui la “S” finale sta ad indicare proprio “sicuro”. La cifratura dei canali di comunicazione attraverso l’adozione di protocolli sicuri riduce il rischio di compromissione delle comunicazioni garantendo confidenzialità ed integrità. L’utilizzo di un certificato, inoltre, certifica l’attendibilità del sito stesso sia per i clienti ma anche per i motori di ricerca migliorandone l’indicizzazione.

Scalabilità

Per scalabilità si intende la capacità di un sistema di aumentare e ridurre le proprie prestazioni, risorse e funzionalità in base alle necessità di chi lo richiede. Questa caratteristica può garantire le migliori performance del sito e rispondere alle necessità e ai cambiamenti in base alle esigenze del momento evitando rallentamenti, disservizi o momenti di down del sito. Un servizio di hosting scalabile consente di richiedere velocemente maggiori risorse in caso di necessità e ottimizzare l’efficienza complessiva del sito.

Supporto 24/7

Spesso sottovalutato, il supporto tecnico ricopre un ruolo fondamentale. Un’assistenza tecnica professionale di qualità, h24, 7 giorni su 7, anche telefonica e via chat consente di avere un contatto diretto e un supporto immediato in caso di malfunzionamenti, disservizi, configurazioni errate, attacchi cyber o errori tecnici riducendo al minimo l’impatto di tali eventi e i costi associati.

Pannello di controllo facile ed intuitivo

Nella scelta di un servizio di web hosting è necessario tenere in considerazione anche gli strumenti di gestione e controllo messi a disposizione. Soprattutto per i meno esperti, è di grande aiuto avere un pannello di controllo facile ed intuito da cui poter configurare in autonomia tutte le funzionalità incluse quelle di sicurezza. Il pannello di controllo è è un’interfaccia grafica che facilita la gestione di un server web.

Backup

I servizi di backup consentono di avere a disposizione una copia sempre aggiornata dei file del sito e del database. Perché servono e perché dovresti effettuare il backup? Perché potresti avere la necessità di ripristinare un file eliminato per errore, per errata configurazione oppure a seguito di aggiornamenti o di attacchi cyber o in alcuni casi ripristinare tutto. La frequenza del backup può variare a seconda delle tue necessità, ma sicuramente dovrà essere effettuato in modalità automatica ad intervalli periodici il più possibile frequenti (anche in base alla frequenza di aggiornamento dei contenuti del tuo sito) e dovrà ovviamente essere eseguito in un server separato per garantire sempre la massima disponibilità e la sicurezza. L’attivazione di servizi di backup a pagamento includono solitamente anche i servizi di ripristino.

Servizi di protezione avanzata

Un servizio di web hosting può essere soggetto a varie tipologie di attacchi cyber per i quali è importante attivare servizi di protezione avanzata. Sono disponibili servizi contro gli attacchi DDOS (Distributed Denial of Service), attacchi che tentano di saturare la disponibilità del sito o dell’infrastruttura sottesa effettuando miriadi di richieste contemporanee, o i WAF (web Application Firewall) a protezione delle applicazioni.

Molti fornitori offrono protezioni anche contro i virus e in generale malware attraverso servizi di site scan in grado di identificare attacchi da parte di bot garantendo maggiore sicurezza al vostro hosting. Nel caso di acquisto anche di caselle email associate a dominio e hosting è possibile attivare anche servizi di anti-spam e anti-phishing. Alcuni fornitori offrono devi veri e proprio servizi non solo di monitoraggio e protezione dai principali attacchi cyber ma anche di pulizia e risoluzione dei siti compromessi. 

Servizi per la gestione delle vulnerabilità

I servizi di scansione delle vulnerabilità sono in grado di identificare e rimuovere vulnerabilità quali SQL Injection, per ridurre i rischi associati all’accesso al database tramite applicazioni di scripting, o Cross-Site-Scripting molto diffusi e spesso di successo. Tali rischi compiano rispettivamente al primo e al settimo posto dell’OWASP Top 10, la lista dei 10 maggiori rischi di sicurezza delle web application.

Un sistema di controllo delle versioni è invece molto utile per garantire aggiornamenti immediati e ridurre al minimo le vulnerabilità e problematiche di sicurezza riscontrate. Falle di sicurezza potrebbero essere presenti in applicazioni web come Drupal, Joomla o WordPress.

Monitoraggio della reputation

Forse non lo sapevate, ma ad ogni sito viene attribuita una “reputation” ovvero un livello di reputazione del sito. A vostra insaputa, il sito potrebbe essere considerato pericoloso o poco affidabile e quindi penalizzato dai motori di ricerca. Come può succedere tutto questo? Il vostro sito potrebbe, ad esempio, aver subito un attacco informatico e reindirizzare del traffico verso siti illegali, presentare link in entrata da siti di spam o malware, oppure il vostro dominio potrebbe essere stato inserito in blacklist internazionali. Attivare servizi di monitoraggio della reputation offerti ormai da diversi web hosting provider significa effettuare tutte queste verifiche in maniera automatica e constante e avere supporto nelle attività di rimozione.

Un fornitore leader di mercato è IONOS come dimostra  il primo premio conseguito per l’assistenza ai clienti durante l’evento “European Contact Center & Customer Service Awards”. Si tratta del riconoscimento più prestigioso, a livello internazionale, nel settore delle relazioni con i clienti.

Twitter
Visit Us
LinkedIn
Share
YOUTUBE
YOUTUBE