La Polizia Postale ha diramato un allert per una nuova campagna di Phishing che si sta consumando in questi ultimi giorni sul web. Una falsa promessa di restituzione di € 14,90 per un parziale rimborso del canone RAI.

Si tratta di una truffa molto simile a quella già denunciata nell’agosto 2018 (consultabile al seguente link) la quale vedeva tristemente protagonista l’Agenzia delle Entrate e aveva come vittime Pubbliche Amministrazioni e probabilmente anche società private. La campagna è volta a sottrarre credenziali di carte di credito di privati cittadini attraverso false e-mail che sembrano provenire dall’Assistenza servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, ma che in realtà sono inviate da un indirizzo contraffatto non riconducibile all’Agenzia.

Una volta cliccato sul link si viene reindirizzati su una pagina appositamente creata dai malfattori per indurre l’utente a compilare i campi e ottenere il fantomatico rimborso dei 14,90.

Il consiglio del CERT-PA è quello di cestinare questi messaggi, di non cliccare sui collegamenti presenti e, soprattutto, di non fornire i propri dati anagrafici e gli estremi della propria carta di credito nella pagina web indicata nella mail.

Sul sito Ufficiale del CERT-PA sono disponibili gli IoC (Indicatori di Compromissione) rilevanti della campagna

Fonte

Twitter
Visit Us
LinkedIn
Share
YOUTUBE
YOUTUBE